Vincenzo Simmarano Compositore

Vincenzo Simmarano ha iniziato il suo percorso di studi diplomandosi prima a pieni voti in flauto presso il Conservatorio E.R. Duni di Matera, successivamente ha studiato Composizione con i Maestri Valentino Miserachs e Azio Corghi presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, diplomandosi anche in questo caso con il massimo dei voti ottenendo anche la lode.


Nel 2000 è stato il vincitore del premio Città di Pavia con “The Second Time” una composizione per pianoforte. Nel 2003 con la composizione "Composizioni sacre" è stato il vincitore del Concorso per Composizione Corale di Castagneto Carducci. Tra gli altri premi e riconoscimenti, è risultato fra i vincitori dei concorsi nazionali a cattedra di “Cultura musicale generale” e di “Armonia e contrappunto”.

 

Tra le sue recenti pubblicazioni spiccano diversi lavori tra cui: Forteforte, un'opera composta da tre suites per pianoforte edito da le Edizioni Musicali Sinfonica Jazz, Neon una composizione per chitarra, e “Istantanee” contenuto nel disco “Combinazioni – pianoforte italiano a quattro mani del XXI secolo”: una raccolta di brani per pianoforte eseguiti a quattro mani pubblicata dalla casa discografica la Bottega Discantica.

 

Le sue composizioni e arrangiamenti per coro e per orchestra hanno ricevuto molti riconoscimenti e sono stati spesso eseguiti in concerto sia in Italia che all'estero. 

 

In occasione della mostra “Muse a Milano”, tenutasi nei mesi di marzo e aprile dell'anno 2017 nella Sala delle Cariatidi del Palazzo Reale di Milano, ha scritto "Dna 9 Muse", una composizione aforistica caratterizzata dalla sovrapposizione simultanea di 9 melodie, una per ciascuna delle Muse.

 

Scopri le composizioni

 

 

Cookie