7 maggio 2020

Studio virtuale della Messe de Minuit

Per il coro Canti Corum

 

Vincenzo Simmarano

organizza e segue lo studio virtuale della Messe de Minuit

di Marc-Antoine Charpentier

 

 

 

La Messe de minuit H.9 è forse una delle composizioni più originali di Charpentier ed è una delle undici messe che il compositore scrisse per la notte di Natale. Quest'opera venne composta, probabilmente, nel 1690, o forse poco dopo. Appartiene, comunque, al corpus di opere che Charpentier scrisse per i Gesuiti della chiesa di Saint Louis.

La profonda originalità della Messe de minuit sta tutta nella decisione, per allora senza precedenti, di inserire brani natalizi popolari: i noëls. Si trattava di composizioni popolari assai in voga tra il XVII ed il XVIII secolo la cui esecuzione durante la messa non era, però, consentita. Al contrario, ai tempi di Charpentier l'inserimento di questi brani all'interno di composizioni strumentali era un atteggiamento frequente come testimoniano le Symphonies des Noël di Lalande, i Noëls sur les instruments di Charpentier stesso e, non a ultima, la forma del noël varié.

In particolare, Charpentier utilizzò, per la composizione della Messe de minuit H.9, ben undici noëls dando vita ad un profondo connubio tra arte sacra e popolare. Molti dei brani utilizzati si basano su movimenti di danza: bourée (come Joseph est bien marié utilizzato per il Kyrie), gavotta (come in Ou s'en vont ces guays bergers usato per Quoniam tu solus sanctus) e minuetto (come Vous qui desirez sans fin utilizzato in Deum de Deo).

 

(fonte Wikipedia)

Cookie